08 gen 2014

Ricomincio da Me.



Decisione numero uno: ovviamente perdere dieci chili. 
Numero due: mettere sempre a lavare le mutande della sera prima. 
Ugualmente importante: trovare un ragazzo dolce e carino con cui uscire, evitando di provare attrazioni romantico-morbose per nessuno dei seguenti soggetti: alcolizzati, maniaci del lavoro, fobici dei rapporti seri, guardoni, megalomani, impotenti sentimentali o pervertiti. 
E soprattutto: non fantasticare su una particolare persona che incarna tutti questi aspetti. 

cit. Il Diario di Bridget Jones


Buoni propositi. Un pensiero fisso che accompagna i primi giorni dell'anno, ogni anno. E così ci si ritrova a farsi promesse, sempre le solite, a cui terremo fede per qualche giorno, le più brave anche per qualche settimana... e che verranno gettati nel dimenticatoio appena rientrate nella macchina infernale della routine quotidiana.

La dieta che doveva cominciare il 7 gennaio, è stata rimandata a "quando sarà finita la calza", visto che tra le varie, ci sentiamo anche un po' fiacche e senza energie!! La palestra può aspettare, fa ancora troppo freddo. I soldi da risparmiare, saranno riposti negli eventuali salvadanai certamente... dopo i saldi. La cancellazione degli alcolici è ridotta a "qualche" bicchiere di vino con i colleghi dopo l'ufficio, per rilassarsi. La calma interiore è evaporata immediatamente questa mattina quando ti hanno tagliato la strada facendoti cadere per terra e rovinando il tuo nuovo cappottino rosso. 

Dicevamo... E mantenere i buoni propositi per tutto l'anno.

Ripartire dopo la sosta natalizia non è mai facile, specialmente se la pigrizia e la stanchezza sono anche da imputare all'aumento della quantità di ciccette sballonzolanti nutrite da pandori e panettoni, noci, datteri e qualunque cosa fosse alla nostra portata. Grazie Natale.

Mentre restiamo in attesa che il nostro corpo torni alla normalità armate di drenanti, minestrine e litri d'acqua, come fare per camuffare gli "eccessi"?










Nessun commento:

Posta un commento