25 feb 2014

MFW: La Mia Top 5



Sei mesi fa, ero a Milano. Sembra ieri. Andavo su e giù per la città con macchina fotografica al collo e fidato iPhone collegato ad ogni tipo di social nell'altra. E' strano come il più delle volte non ci si accorge dello scorrere del tempo, finché non ci si ritrova di fronte ad un evento, ad un fatto, che ci scolla dalla nostra routine e ci urla in faccia "SVEGLIAAAAAA!!!".

La Fashion Week di settembre è stata un'esperienza davvero divertente. Stavolta invece ho potuto essere solo da fredda spettatrice, davanti ad un computer. Fredda si fa per dire... al riparo dai nefasti agenti atmosferici che hanno torturato Milano in questi giorni (lode al mio amato lavoro). Nessuno, quindi, sarà in grado di convincermi che la primavera è già qui. Neppure la più scosciata, senza calze, senza maniche e poco vestita della città. No, non ci credo. Nessuno mi convincerà che in nome della moda (o di uno scatto), è cosa buona e giusta prendere una bronchite, se ti va bene un raffreddore. Grazie, sto meglio in salute io, salute a voi che starnutite!

14 feb 2014

Thanks God it's Friday... ma con Amore, eh!



Si viene e si va. Giorni che scorrono lenti, immutabili. Oppure rapidi rapidi, ed è subito sera. Una commedia incessante di incontri, di persone, che si sa che possono durare attimi, giorni o per tutta la vita. Si va avanti, incontro alle proprie esperienze, che ti portano lontano da casa, te ne affidano una nuova, ti regalano persone, emozioni.

Le esperienze lasciano sempre un segno. Così accade, che quando ritorni a casa, ti viene detto che sei cambiata, sei diversa. E stavolta non si tratta del taglio di capelli o del vestito nuovo, no. 
Forse è vero che sei diversa, cresciuta, matura, chissà, eppure c'è ancora quell'amica che ti riesce a guardare negli occhi e ti vede per come sei davvero. Non l'adolescente insicura, non la donna in carriera. Semplicemente tu.

04 feb 2014

Dettagli.



"Sono i dettagli quelli che contano". Una frase rubata ad una canzone, tra le mie preferite. Una semplice serie di parole. Un concetto forse banale eppure così efficace e vero. 

La sfumatura di un colore, il difetto su un volto, il modo di muovere le mani, la crepa su di un vaso, una mattonella mancante, una nota stonata... I dettagli sono quello che resta. Sono ciò che ci fanno innamorare di una persona. Sono parte del ricordo di un momento.